Presentata al CES 2017 a Las Vegas (qui la notizia) e disponibile da Aprile, la Panasonic LUMIX GH5 è il nuovo fiore all’occhiello della linea di fotocamere ad ottiche intercambiabili LUMIX G, basate sullo standard Micro Quattro Terzi. La nuova fotocamera offre prestazioni di altissimo livello agli appassionati di fotografia e ai videomaker che desiderano catturare immagini in 4K a 60p/50p ed in modalità 6K PHOTO

Confezione

Il contenuto della confezione è abbastanza standard, infatti troviamo il caricabatteria, il cavo USB, il copri obiettivo, la tracolla, il paraluce e la manualistica.

Costruzione

Come standard Panasonic, il livello costruttivo, è davvero elevato e non poteva essere altrimenti anche sulla LUMIX GH5. Il corpo macchina è realizzato in lega di magnesio pressofuso, resistente a temperature fino a -10°, nonché all’acqua e alla polvere; l’impugnatura in gomma assicura un’ottima presa soprattutto considerando anche il peso “importante” della GH5.

La Panasonic LUMIX GH5 pesa circa 725g, batteria inclusa che arriva a circa 1kg con l’ottica LEICA DG Vario-Elmarit 12-60mm f/2.8-4 in kit dotazione, un po’ eccessivo considerando che stiamo parlando di una mirrorless e non di una reflex.

Nella parte superiore, sulla destra della fotocamera troviamo la ghiera per scegliere tra le varie modalità di scatto, iA, P, A, S, M, Video, C1, C2, C3, Creative Control. Vicino alla ghiera, sulla destra, troviamo la “levetta” per accensione e spegnimento. Ancora più a destra troviamo alcuni pulsanti, WB, ISO, Compensazione dell’Esposizione, Fn1 e il pulsante per la registrazione video. Subito sopra i pulsanti, troviamo il selettore anteriore e sul vertice dell’impugnatura, il pulsante di scatto, mentre sotto i pulsanti troviamo il led per la connessione wireless. Sempre superiormente ma sulla sinistra, troviamo il selettore modalità di scatto. Al centro troviamo la slitta per il flash e il microfono stereo.

Sul dorso della Fotocamera, a destra del display, touch e ribaltabile, troviamo dall’alto verso il basso, il pulsante Fn2 / Q.Menu, il pulsante Fn3, il tasto Menu/set con attorno i vari tasti funzione e il selettore di controllo e poi più in basso il pulsante Fn4 / cestino; più a destra troviamo il pulsante DISP, per cambiare le informazioni visualizzate sullo schermo. Sopra al display, sulla sinistra è presente il pulsante Fn7 / LVF, con quale è possibile commutare la visualizzazione tra mirino e monitor LCD; sulla destra, troviamo il pulsante, con selettore, AF/AE Lock, con il quale possibile fissare messa a fuoco ed esposizione (a scelta tra MF, AFC e AFS/AFF) e poco sotto il piccolo joystick, tramite il quale è possibile gestire i punti di messa a fuoco in maniera davvero rapida; ancora a più destra troviamo il selettore posteriore, con il quale è possibile gestire i diaframmi o il tempo di esposizione.

Sopra al display troviamo, il mirino elettronico, e alla sua sinistra il pulsante Fn5 e il pulsante per la visione delle foto e dei filmati effettuati.

Sulla destra dell’impugnatura, troviamo uno sportellino che nasconde il doppio slot per scheda SD, compatibile con UHS-II e, poco sopra, un’altro sportellino che nasconde l’ingresso per il telecomando.

Sul lato sinistro, invece, troviamo due sportellini che nascondo, la presa per il microfono, per le cuffie, la presa HDMI e USB Type-C.

Nella parte frontale della fotocamera, a sinistra dell’obiettivo, troviamo l’indicatore dell’autoscatto,e in basso il pulsante anteprima; a destra, invece, troviamo la presa per un flash esterno e, in basso, il pulsante di sblocco dell’obiettivo.

Inferiormente troviamo, l’aggancio per il cavalletto e alla sua destra, protetto da una copertura, il connettore per il battery grip e l’alloggiamento per la batteria.

La Panasonic LUMIX GH5, monta un sensore 4:3 da 20 megapixel e uno stabilizzatore d’immagine Dual I.S. 2 a 5 assi, monta il nuovo processore Venus Engine che permette raffiche fino a 12fps con AF bloccato sul primo scatto oppure 9fps con AF continuo, autofocus DFD avanzato, davvero molto veloce (0.05 secondi). Presente anche un buffer di 100 scatti in RAW. Per quanto riguarda i video, abbiamo la registrazione fino a 4K 60p.

La nuova funzione 6K PHOTO della GH5 consente di effettuare scatti a 30 fps, estraendo il frame migliore dal file burst in 6K (con aspetto 3:2 o 4:3) e salvandolo come fotografia in alta risoluzione da circa 18 MP. Anche la funzione 4K PHOTO è stata potenziata e consente un’acquisizione ad alta velocità di 60 fps con risoluzione di circa 8 megapixel. Nella funzione 6K/4K PHOTO, è possibile scegliere fra tre diverse modalità in base alla situazione: 6K/4K Burst, 6K/4K Burst (Start/Stop) e 6K/4K Pre-burst.

Alla voce connettività, troviamo Wi-FiNFC Bluetooth 4.2, con il quale è possibile stabilire una connessione permanente con lo smartphone per trasferire immediatamente le foto subito dopo averle scattate.

Utilizzo

La LUMIX GH5, mette a disposizione molte funzioni e opzioni, raggiungibili sia tramite i vari pulsanti fisici che tramite il menu.

La GH5, però non è per nulla compatta e, sia come dimensioni che come peso, si avvicina molto alle reflex.

Appena premuto il pulsante di accensione, la fotocamera è subito pronta all’uso e tramite la ghiera di selezione, dandoci la possibilità di scegliere la funzione per poter sfruttare al meglio la fotocamera in quel determinato momento, scegliere se scattare in modalità automatica, iA, o in una delle altre modalità presenti, Programma di esposizione Automatica, P, che differisce dalla modalità automatica per la possibilità di cambiare i valori di apertura e tempi, qualora quelli suggeriti dalla macchina, non ci soddisfino.

Tra le altre modalità, troviamo la priorità diaframmi, A e la priorità tempi, S e la modalità completamente manuale M.

Le foto scattate sono di una qualità che dire ottima, non rende bene l’idea, e in qualsiasi condizione di luce, già con l’ottimo obiettivo presente nel kit di acquisto, il 12-60 f/2.8-4.
La definizione è a livelli altissimi e le macro hanno dettagli davvero impressionanti, sia di giorno che con poca illuminazione. il nuovo sistema di stabilizzatore a 5 assi con sistema Dual IS II aiuta e non poco, in tutte le circostanze.

Durante l’utilizzo ci ha sorpreso molto positivamente l’autofocus, davvero veloce e silenzioso, ma modalità macro, meglio utilizzare il focus manuale.

Di seguito Alcune foto scattate con la Panasonic LUMIX GH5

Video

Una delle novità del GH5, la troviamo lato video, dove viene sfruttato tutto il sensore per la registrazione in 4K, senza crop, come a differenza, avveniva nella GH4.

In 4K si riesce a registrare fino a 60fps con un bit rate di 200Mbps e fino a 50fps e bit rate di 100Mbps in Full HD.

Da fine Settembre è disponibile un nuovo aggiornamento firmware (qui la notizia) in versione 2.0 e la seconda settimana di Ottobre è stata rilasciata la versione 2.1 per fissare alcuni bug.

Tra le maggiori novità introdotte, troviamo l’aumento del bit rate, sia per la registrazione in 4K che in Full HD, rispettivamente 400Mbps e 200Mbps. E’ stata introdotta anche la possibilità di registrare in formato ALL-Intra con campionamento 4:2:2 a 10 bit.

Di seguito un breve video girato con la Panasonic Lumix GH5

Autonomia

La batteria da 1860mAh offre una discreta autonomia, durante la prova siamo riusciti a fare circa 420 scatti, alternando live view e mirino elettronico. Presenta anche la modalità risparmio energetico che porta fino a 1000 scatti dichiarati impostando lo stand by della fotocamera ogni qualvolta che l’occhio non è poggiato sul mirino.

In modalità video in 4K a 60fps si riesce a coprire più di 2h consecutive di ripresa.

Conclusioni

La Panasonic LUMIX GH5 è davvero un passo in avanti rispetto alla GH4, soprattutto lato video, diventando la fotocamera più ambita da molti videomaker.

Certo, lodare la GH5 solo per la qualità dei video, è abbastanza riduttivo, in quanto anche la qualità delle foto è di alto livello.

Il prezzo del kit da noi provato è di poco sotto i 2100 euro, prezzo sicuramente non alla portata di tutti, ma allineato a quanto offerto e alla concorrenza. Il prezzo del solo corpo macchina è di circa 1900 euro.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Sensore: Sensore Live MOS / 20,3 Megapixel Totali / Filtro colori primari / Filtro Supersonic Wave
Mirino: Mirino LVF OLED (3.680.000 pixel)
Monitor LCD: Display LCD TFT con controllo touch statico, Orientabile 8 cm (3,2 pollici)/proporzioni 3:2/ampio angolo di visualizzazione
Stabilizzatore d’immagine: Tipo movimento sensore immagine (5 assi/5 stop), Dual I.S. (compatibile con Dual I.S. 2)/ In base allo standard CIPA [direzione beccheggio/imbardata: distanza di messa a fuoco f=60 mm (equivalente di una fotocamera da 35 mm f=120 mm), con H-FS12060.
Flash integrato: No
Formato File: Foto: JPEG (DCF, Exif 2.31), RAW – 6K PHOTO / 4K PHOTO: 6K PHOTO: MP4 (H.265/HEVC, formato audio: AAC (2 canali))/4K PHOTO: MP4 (H.264/MPEG-4 AVC, formato audio: AAC (2 canali)) – Video: MOV: H.264/MPEG-4 AVC (formato audio: LPCM (2 canali 48 kHz/16 bit, 48 kHz/24 bit, 96 kHz/24 bit))./MP4: H.264/MPEG-4 AVC, H.265/HEVC (formato audio: LPCM (2 canali 48 kHz/16 bit), AAC (2 canali))/AVCHD Progressive, AVCHD (formato audio: Dolby Audio 2 canali)
WiFi: IEEE 802.11a/b/g/n/ac
Bluetooth: v4.2 (Bluetooth Low Energy (BLE))
NFC: No
GPS: No
Batteria: agli ioni di litio da 1860 mAh
Dimensioni: 138,5 x 98,1 x 87,4 mm
Peso: Circa 725 g (scheda SD, batteria, corpo macchina)/Circa 645 g (solo corpo macchina)/Circa 935 g (scheda SD x 1, batteria, obiettivo H-FS12060 incluso)/Circa 1030 g (scheda SD x 1, batteria, obiettivo H-HSA12035 incluso)/Circa 1045 g (scheda SD x 1, batteria, obiettivo H-ES12060 incluso)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here