Dopo aver provato la Canon EOS M100 per qualche settimana (qui la nostra preview), vediamo le nostre impressioni d’uso. Insieme alla suddetta Canon ci ha inviato anche due ottiche il Canon EF-M 18-55 mm f/3.5-5.6 IS STM e il Canon EF-M 55-200 mm f/4.5-6.3 IS STM.

CONFEZIONE

Nella confezione abbiamo trovato: la fotocamera con il relativo tappo, la tracolla, la batteria e il relativo tappo, la base per caricare la batteria, il cavo di rete e la guida rapida.

COSTRUZIONE

Immessa sul mercato nella seconda metà del 2017, la EOS M100 è una fotocamera mirrorless destinata ad un pubblico amatoriale. Le dimensioni del corpo sono pari a 108,2 x 67,1 x 35,1 mm, mentre il peso si attesta a 302 grammi (incluse batteria e scheda di memoria). Come la Eos 200D (qui potete leggere la nostra recensione) la M100 è venduta in tre colori (nera, bianca e grigia).
Guardando la fotocamera dall’alto si nota quanto sia sottile il corpo e i pochi pulsanti e ghiere, partendo da destra verso sinistra, possiamo osservare il pulsante REC, la ghiera di controllo con al centro il pulsante di scatto, la slitta per il settaggio della modalità di funzionamento (modalità automatica/effetti e settings/video), al centro della slitta c’è il pulsante di scatto, sulla parte sinistra c’è infine lo scomparto del flash a scomparsa, con potenza di 5 metri. Quindi manca ogni tipo di controllo diretto e possibilità di impostare le funzioni di scatto, infatti il centro del sistema di controllo dello scatto si trova nello schermo LCD che occupa la maggior parte dello spazio posteriore della camera. Di fianco all’LCD ci sono i pulsanti per accedere al menu, quello per settare il wi-fi e quello per la riproduzione dei/delle file/foto archiviate. in questa zona è stata posizionata anche la bilanciere multifunzione, con al centro un pulsante per il “Q/SET”, si nota infine la mancanza di mirino elettronico. Molto particolare è la “zigrinatura” presente sulla gran parte della superficie anteriore e l’appoggio per il pollice nella parte posteriore.
La EOS M100 ha un’ottima qualità di immagine grazie al sensore CMOS da 24,2 megapixel in formato APS-C. E’ dotata del processore di ultima generazione di casa Canon Digic 7,  lo stesso della reflex professionale 6D Mk II.
Il sistema autofocus della M100 è un Dual Pixel CMOS AF a rilevamento di fase con 49 punti AF.
Diversamente dalle fotocamere di fascia alta, sulla M100 non è presente lo stabilizzatore a 5 assi.

UTILIZZO

Abituato alle reflex, ho fatto un po’ fatica ad abituarmi alla dimensioni piccole di questa macchina, la mancanza di qualunque accenno di impugnatura rende la macchina molto compatta.
Il tempo di accensione è relativamente breve, questo permette quindi di avere una camera pronta all’uso in brevissimo tempo.
Lo schermo LCD reagisce bene al tocco e grazie al movimento basculante permette sempre di tenere sotto controllo tutte le funzioni della macchina. Per quanto riguarda il funzionamento, è necessario prenderci un po’ la mano, soprattutto per chi proviene da macchine con i comandi esterni e a portata di pollice/indice.
Oltre alle classiche modalità automatica, priorità tempi, priorità diaframma e manuale, la M100 presenta altre opzioni pre-impostate, divisibili in due gruppi: “effetti” (pittura a olio, bianco e nero, acquerello,  fish eye, HDR etc.) e “scene” (ritratto, autoritratto, paesaggio, notturna, soggetto in movimento etc.). La raffica continua della M100 permette di scattare sino a 6 fps.
La M100 è fornita di tutti i sistemi di connessione attualmente in uso (wi-fi, NFC, bluetooth) e necessari per condividere in tempo reale immagini e video.
La qualità delle immagini è molto buona sia nel formato jpg che RAW, cosa molto utile è la possibilità di elaborare i file RAW direttamente dalla camera.

AUTONOMIA

La EOS M100, come la maggior parte delle mirrorless senza mirino, a causa del continuo utilizzo dell’LCD, pecca un po’ nell’autonomia per via di una batteria che concede meno di 300 scatti.

APPLICAZIONE

Come tutte le ultime fotocamere, anche con la M100 è possibile connettere uno smartphone/tablet non solo per trasferire foto e video, ma anche scattare usando il device collegato come telecomando, tutto grazie all’app di gestione Canon Camera Connect (connessa tramite il wifi), disponibile sia per Android che per iOS.
Appena effettuato lo scatto, sullo smartphone verrà visualizzata un’anteprima. E’, inoltre, possibile cambiare vari parametri, come gli ISO, l’apertura del diaframma e il tempo.

CONCLUSIONI

Nella Canon EOS M100 tutto è stato progettato privilegiando compattezza e performance,  le dimensioni compatte e la qualità di foto e video la rendono la camera ideale per i blogger, ha inoltre un buon prezzo di acquisto, anche se non è proprio a buon mercato.
Si tratta in ogni caso di un modello entry-level, dedicato a chi ama scattare senza troppi pensieri e vuole farlo molto velocemente producendo comunque file di qualità.

FOTO

Di seguito potete vedere alcune foto scattate con la Canon EOS M100:

Nessuna foto è stata oggetto di post produzione.

Caratteristiche principali (fonte canon.it):

– Sensore immagine: CMOS 24,20 megapixel, Rapporto di visualizzazione 3:2
– Processore di immagine: DIGIC 7
– Attacco obiettivo: EF-M (obiettivi EF ed EF-S compatibili tramite adattatore EF-EOS M)
– Lunghezza focale: Equivalente a 1,6 volte la lunghezza focale dell’obiettivo
 Flash GN integrato: 5 (ISO 100, metri)
– Display: Touch screen LCD (TFT) da 7,5 cm (3″) Rapporto di visualizzazione 3:2. Circa 1.040.000 punti. Tipo capacitivo elettrostatico. Inclinabile verso l’alto di 180 gradi circa
– Messa a fuoco: Sistema Dual Pixel CMOS AF. Pixel di rilevamento di fase integrati nel sensore d’immagine
– Sistema AF: Massimo 49 punti AF (posizione fissa su griglia 7×7) mediante selezione automatica dalla fotocamera
– Scatto continuo: Max Circa 6.1 fps
– Dimensione immagine: RAW: (3:2) 6000 x 4000, (4:3) 5328 x 4000, (16:9) 6000 x 3368, (1:1) 4000 x 4000 – JPEG 3:2: (L) 6000 x 4000, (M) 3984 x 2656, (S1) 2976 x 1984, (S2) 2400 x 1600 – JPEG 4:3: (L) 5328 x 4000, (M) 3552 x 2664, (S1) 2656 x 1992, (S2) 2112 x 1600 – JPEG 16:9: (L) 6000 x 3368, (M) 3984 x 2240, (S1) 2976 x 1680 (S2) 2400 x 1344 – JPEG 1:1: (L) 4000 x 4000, (M) 2656 x 2656, (S1) 1984 x 1984, (S2) 1600 x 1600 – Elaborazione e ridimensionamento dell’immagine RAW integrati nella fotocamera in playback
– Tipo e dimensione filmato: MP4 [Video: MPEG-4 AVC/H.264, Audio: MPEG-4 AAC-LC (stereo)] – Full HD – 1920 x 1080 (59,94, 50, 29,97, 25, 23,976 fps) – HD – 1280 x 720 (59,94, 50 fps) – VGA – 640 x 480 (29,97, 25 fps)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here