Sony è orgogliosa di annunciare che le prestazioni e il potenziale innovativo dei suoi prodotti sono stati riconosciuti ancora una volta in occasione dei premi annuali assegnati dalla prestigiosa Technical Image Press Association (TIPA).

Il processo di selezione dei candidati e dei vincitori è molto rigoroso ed è affidato a una commissione di autorevoli rappresentanti della stampa di settore internazionale che, prima di decidere, esegue test e confronti scrupolosissimi. Per questo Sony è particolarmente onorata che cinque dei suoi prodotti siano stati nominati e incoronati vincitori in altrettante categorie. Questi riconoscimenti sono una riprova dei traguardi raggiunti dal personale, dagli ingegneri, dai designer Sony e da tutte le persone coinvolte nella creazione, nella promozione e nel marketing dei modelli premiati.

Miglior fotocamera APS-C livello Expert – Sony α6400

Alle dimensioni compatte e un’estrema leggerezza, la fotocamera α6400 abbina prestazioni ultrarapide e una gamma di funzioni evolute degne di un modello full-frame, ad esempio: scatto continuo ad alta velocità, riprese in 4K HDR (HLG), display LCD da 3” orientabile a 180°, messa a fuoco automatica Real-time Eye con AI e la nuova modalità ad alta precisone Real-time Tracking. Il sistema di tracking AF, superiore per velocità e prestazioni, è combinato a un processore d’immagine BIONZ X di ultima generazione per acquisire la messa a fuoco in appena 0,02 secondi e bloccare efficacemente il soggetto – l’ideale per seguire e immortalare senza difficoltà i soggetti dinamici. Grazie all’ampio range di sensibilità e alla superba qualità delle immagini, con α6400 nessuna opportunità di scatto o ripresa va mai sprecata.

Miglior fotocamera compatta con superzoom – Sony RX100 VI

Ogni singolo particolare e componente della fotocamera RX100 VI è stato sapientemente progettato per concorrere a creare immagini impeccabili e montare uno zoom 8x nello stesso formato compatto del modello RX100 V (zoom 2.9x). Le ottiche attentamente studiate sono un concentrato di potenza, mentre lo stabilizzatore ottico assicura immagini nitide anche negli scatti a mano libera alla massima lunghezza focale. L’avanzato processore d’immagine ottimizza la risoluzione percepita delle immagini riducendo il rumore.

Miglior teleobiettivo mirrorless a focale fissa – Sony FE 135 mm f/1.8 GM

Il dispiegamento di tutte le tecnologie ottiche più avanzate di Sony si è tradotto in un teleobiettivo fisso ad ampia apertura in grado di restituire una risoluzione praticamente perfetta da angolo ad angolo anche a F1.8, senza naturalmente rinunciare alla punta di diamante della serie G Master: l’effetto bokeh. Gli esclusivi motori lineari XD (Extreme Dynamic) permettono di mantenere a fuoco anche i volti sfuggenti, gli artisti su un palco o i soggetti in movimento con una velocità, una precisione e un’affidabilità senza precedenti. Il comando dell’AF inoltre è silenzioso e praticamente a prova di vibrazioni.

Miglior obiettivo professionale mirrorless – Sony FE 400 mm F2.8

Frutto delle tecnologie più all’avanguardia di Sony, questo super teleobiettivo ad ampia apertura vanta una velocità straordinaria, la risoluzione e gli effetti bokeh della serie G Master e tutta l’affidabilità e il controllo di cui i professionisti non possono fare a meno. SEL400F28GM è un obiettivo incredibilmente leggero e bilanciato, che lascia la massima libertà anche negli scatti a mano libera.

Miglior soluzione di archiviazione per l’imaging – Schede Sony SF-G TOUGH

Prestazioni professionali e affidabilità incondizionata sono le credenziali della scheda SD più rapida e solida sul mercato, che raggiunge 300 MB/s in lettura e 299 MB/s in scrittura. I modelli SF-G sono 18 volte più resistenti alle torsioni di qualunque altra scheda SD tradizionale; la struttura monoblocco ripara i dati da polvere, sporco, acqua, fango ed è realizzata con materiali solidissimi testati per sopportare cadute da 5 m [3]. Anche in condizioni proibitive, le schede SF-G TOUGH sono sempre affidabili, durano a lungo e offrono una pulizia rapida della memoria buffer dopo gli scatti rapidi, senza contare l’elaborazione efficiente per il trasferimento dei contenuti su computer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here